BARRAFRANCA. Celebrato il 28° della morte dell’appuntato dei carabinieri Michele Fiore

feb 5, 2019

GAETANO MILINO

5 Febbraio 2019 Radioluce

BARRAFRANCA. Celebrato il 28° della morte dell’appuntato dei carabinieri Michele Fiore.

BARRAFRANCA. L’Associazione Nazionale Carabinieri di Barrafranca, in occasione della ricorrenza del 28° anniversario della morte dell’Appuntato Michele FIORE, deceduto a Caltanissetta nell’adempimento del proprio dovere, ha voluto onorare la memoria del suo sacrificio. Una messa è stata celebrata presso la Chiesa Itria di Barrafranca. Presente alla celebrazione la vedova Signora MARIA PUZZO, Il Presidente dell’Associazione Nazionale Carabinieri Vincenzo PACE, il Comandante della Stazione di Barrafranca Maresciallo Rosario ALESSANDRO, il Sindaco di Barrafranca Fabio ACCARDI. La messa è stata celebrata da Don Lino GIULIANA. Durante la celebrazione hanno preso la parola il Presidente Enzo PACE e il Sindaco Fabio ACCARDI, i quali hanno fatto presente: Morire all’età di 32 anni, in piena gioventù, nella pienezza della vita, non è facile da dimenticare. Nella serata del 04/02/1991, l’equipaggio del Nucleo Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Caltanisetta, composto dall’Appuntato BUTTAFUOCO Santo e dall’Appuntato Michele FIORE, predisponevano un posto di controllo in quel viale Paladini. Mentre erano impegnati nella identificazione di un automobilista, sopraggiungeva un’autovettura il cui conducente, dopo aver rallentato la marcia, giunto all’altezza dell’autoradio, esplodeva in rapida successione, due colpi di fucile a pallettoni al loro indirizzo. Il primo colpo attingeva l’Appuntato Michele FIORE, che si accasciava al suolo, mentre il secondo, esploso all’indirizzo dell’altro carabiniere, non raggiungeva il bersaglio poiche si riparava dietro l’autoradio rispondendo al fuoco. L’autore del gesto, nonostante fosse stato colpito, riusciva ad allontanarsi a forte velocità. L’Appuntato FIORE, immediatamente soccorso, per le ferite riportate, decedeva poco dopo presso l’Ospedale “”Sant’Elia”” di Caltanissetta. Le immediate indagini successive permettevano di identificare e arrestare l’autore, in un giovane studente affetto da problemi psichici. Michele era nato a Bari il 05/10/1959, aveva iniziato la sua carriera nell’Arma a Trino Vercellese, ove aveva conosciuto la sua giovane sposa Maria. Si era avvicinato in Sicilia a Sciacca e successivamente a Caltanissetta. Con decreto del Presidente della Repubblica , Michele, per il suo sacrificio, per avere dato all’Arma la sua giovane vita, viene insignito di Medaglia d’oro al valor civile alla memoria con la seguente motivazione:- “” Nel corso di un servizio di prevenzione in una zona ad alto rischio di criminalità, veniva raggiunto dai colpi di arma da fuoco esplosi da un pregiudicato, rimanendo mortalmente ferito. Nobile esempio di sprezzo del pericolo e di altissimo senso del dovere. Caltanissetta 04 febbraio 1991. A suo nome nel 2009 gli venne intitolata la Caserma dei Carabinieri sede della Compagnia di Bari San Paolo e il 14/06/2013 quella della stazione dei Carabinieri di Barrafranca. Anche la sede dell’ Associazione Carabinieri a Barrafranca è intitolata a Michele FIORE. GAETANO MILINO

Lascia un commento

Sign in


Oppure invia il commento con il tuo account Facebook